Sei in: Vignetta > Crisi economica > Vignette per una crisi, la nostra!
Vignetta

Vignette per una crisi, la nostra!

El Roto (pseudonimo di Andrés Rábago García) è il più popolare vignettista spagnolo. Attivo sin dal 1968, ha pubblicato oltre venti libri. Le sue vignette compaiono ogni giorno con successo sul principale quotidiano spagnolo, El País, e sono tradotte in tutto il mondo, in Italia sono pubblicate ogni settimana da Internazionale
di Giovanni Pivetta
13 dicembre 2013

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato

Trattamento dei dati
Ai sensi della legge 675/96, con la sottoscrizione del presente modulo di iscrizione si acconsente al trattamento dei dati personali. I dati acquisiti verranno trattati con la massima riservatezza e per le sole esigenze legate all'adempimento del servizio richiesto. Titolare dei dati è Habitalia, Via Quintino Sella 28/B, 20900 Monza, Monza Brianza.
http://www.habitat-italia.it/vignetta/13-12-2013/news/vignette-per-una-crisi-la-nostra/
El Roto - Vignette per una crisi (Casa fundada en 1530)

El Roto non si sofferma troppo sui fenomeni di superficie … la crisi viene raccontata da tutte le prospettive: dalla retorica ufficiale, alle manifestazioni quotidiane: basta una vignetta a catturarli, e poi dritti al bersaglio grosso, che è – prima ancora dell’ideologia dominante – chi l’ha imposta, chi ne ha beneficiato.

Nel descrivere l’economista come colui il cui mestiere è “far sembrare necessario l’intollerabile”, la vignetta fotografa ciò che persino gli economisti critici a volte sembrano non vedere. Non è l’accademia mainstream a essersi imposta, ad aver definito ciò che era necessario, ma chi quell’accademia ha finanziato fino a renderla sazia e cieca: non sono Adam Smith e Milton Friedman ad averci condotti fin qui, ma le forze reali che hanno assunto i loro scritti come foglie di fico del conflitto redistributivo in atto.

Gli economisti, lungi dall’essere ispiratori, son stati “macchine” di quella lotta di classe dall’alto.. Non ci fossero stati – o avessero saputo resistere al mainstream – non si sarebbe arrestato il fenomeno, ma solo una delle retoriche a disposizione.

Non solo: secondo El Roto, “È evidente che tutti abbiamo partecipato, in qualche modo, al­la creazione del mostro economico che ci divora, visto che nessun idolo è in grado di sopravvivere senza l’aiuto di coloro che lo ado­rano”.

COMMENTA L'ARTICOLO
«Vignette per una crisi, la nostra!»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.